Un nuovo investimento per la Città dello spazio

condividi

“Non vogliamo essere solo partner, vogliamo essere anche un’associazione che rappresenta e investe sul territorio”, così Giorgio Marsiaj, presidente dell’Unione Industriali di Torino, annuncia il contributo economico di circa un milione di euro per l’iniziativa che riguarda i  progetti della Città dell’Aerospazio di Corso Marche: un centro di ricerca e sviluppo di 270 mila metri quadrati.“ Il via ai lavori avverrà entro fine anno”, questo il secondo importante annuncio arrivato dal sindaco di Torino, Stefano Lorusso.

La conferenza di martedì 18, nella sede dell’Unione Industriale, è stata infatti dedicata proprio alla filiera dell’aerospaziale e della difesa: Torino e il Piemonte sono emerse in prima linea nel settore della new space economy. Nel territorio piemontese 400 aziende del settore danno lavoro a 14mila addetti per un valore di 7 miliardi. Si tratta, principalmente, di piccole e medie imprese del territorio, a cui si aggiungono le  più grandi come Thales, Ge Avio, Collins e Leonardo. Quest’ultima, secondo lo studio condotto da Prometeia, ha generato quasi 10 miliardi di ricavi a fine 2021, occupa 31.000 addetti in tutta Italia ed esporta circa tre quarti del proprio fatturato all’estero, confermando l’apertura internazionale dall’azienda.