La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Corsa ai biglietti per il Frecciarossa Milano-Torino-Parigi. Che però non ferma in Valsusa

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Da Milano a Parigi, passando per Torino, a bordo di un treno italiano. A partire dal 18 dicembre, il Frecciarossa sfreccerà sui binari prima riservati esclusivamente al TGV (treno ad alta velocità delle ferrovie dello Stato francese) per collegare le due metropoli del Nord-Ovest con la capitale francese con due partenze al giorno: il primo partirà alle 6:25 da Milano Centrale e alle 7:09 da Torino Porta Susa con arrivo a Parigi Gare de Lyon alle 13:22; il secondo dalle 15:53 da Milano e alle 16:39 da Torino, con arrivo a Parigi alle 22:25.

Una nuova soluzione che appare molto conveniente per il tempo di viaggio stimato – sei ore per viaggiare da Milano a Parigi contro le sette stimate viaggiando con il TGV -, ma soprattutto per il prezzo del biglietto, che partirà da 29 euro per la classe standard fino ai 165 per la Classe Executive Comfort. Per Capodanno però, i prezzi aumentano ad un minimo di 55 euro, sia da Torino sia da Milano: è il primo segno della corsa ad accaparrarsi i biglietti, in vendita da ieri.

Durante il tragitto verso Parigi, il Frecciarossa fermerà anche a Modane, Chambery e Lione ma non in Val di Susa, a differenza del TGV. Per ora, quindi, non sarà possibile salire – o scendere – alle stazioni di Oulx e Bardonecchia. Riguardo a un futuro ampliamento delle fermate, Trenitalia – contattata da Futura – non ha ancora rilasciato ulteriori informazioni.