La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Arbolia, Rina e Comune di Torino: intesa per un bosco urbano da 2.100 piante

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Torino respira meglio tingendosi di verde. La comparsa di un nuovo spazio green nel quartiere Mirafiori Sud è l’obiettivo della collaborazione tra Arbolia (società benefit nata dall’intesa tra Fondazione Cassa depositi e prestiti e Snam) e Rina, multinazionale di ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica con sede nel capoluogo piemontese.

Arbolia nasce nel giugno 2020 come joint venture tra Cassa depositi e prestiti e Snam (Società nazionale metanodotti). Gli obiettivi sono chiari fin dal primo momento: imboschimento e rimboschimento su terreni messi a disposizione sia dalla pubblica amministrazione sia da privati, con il supporto di chiunque voglia contribuire a migliorare l’ambiente dei nostri centri urbani.

L’ambizione, ad oggi, è quella di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030: ciò significherebbe l’assorbimento di circa 200mila tonnellate di Co2 nell’arco di dodici mesi su tutto il territorio italiano. Il progetto della società rinnova l’impegno già definito nel piano industriale 2019-2020: una maggiore sensibilizzazione alle tematiche relative la transizione ecologica e al cambiamento climatico, con un focus particolare per decarbonizzazione e riduzione delle emissioni.

La forma giuridica della società benefit, che l’Italia è stata uno dei primi paesi al mondo a adottare, prevede che l’impresa, oltre agli obiettivi di profitto, abbia lo scopo di creare un impatto positivo sulla società e sul pianeta. Si punta sempre, quindi, ad un bilanciamento tra l’interesse dei soci e quello della collettività.

Rina, dal canto suo, gode di più di centosessant’anni di esperienza in una vasta gamma di settori industriali e non solo: anche energia, infrastrutture e mobilità. Con risultati attesi per il 2020 pari a 485 milioni di euro, oltre 3.900 risorse e 200 uffici in 70 paesi nel mondo, Rina partecipa alle principali organizzazioni internazionali, contribuendo da sempre allo sviluppo di nuovi standard normativi.