La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Anche quest’anno i festival estivi rinfrescano il Piemonte

condividi

Come nel 2023, Torino e dintorni sono pronti per ospitare i tanti agognati festival estivi, che animano il capoluogo piemontese.

Si parte questa sera a Moncalieri con Ritmika: a partire dalle 21, sul palco di piazza del Mercato saranno di scena Colapesce e Dimartino, con Marco Castello (biglietti su ticketone). Poi, tra Torino e dintorni (con qualche incursione anche fuori provincia) seguono gli altri appuntamenti, tra novità e conferme, fino a TOdays, che ha il compito di chiudere l’estate musicale torinese.

Per numeri e grandezza dell’evento è il Kappa Futur Festival a prendersi la scena dei festival estivi piemontesi e italiani, dal 5 al 7 luglio: si tratta dell’evento estivo più internazionale d’Italia. Confermata l’ambientazione di Parco Dora anche quest’anno, dopo il record di presenze della scorsa edizione con oltre 95mila persone. La line-up completa dell’11esima edizione è già disponibile: saranno oltre 110 i dj e musicisti che si muoveranno sui cinque palchi. Futur, il principale, Solar, Voyager, Kosmo e Nova: sono cinque diverse dimensioni, per gli ascoltatori. 137 nazionalità rappresentate e 13 eventi collaterali sparsi per Torino fanno parte dei numeri da spavento e sempre in aumento del festival totalmente all’aperto prodotto da Movement Entertainment. Il pacchetto da 4mila euro Art & Techno experience, dal 4 all’8 luglio, offre un’immersione totale nell’atmosfera culturale torinese, con l’ingresso a gallerie d’arte, after party, hotel e ristoranti gourmet. Per la tre giorni il biglietto base è di 220 euro, ma si possono anche acquistare gli ingressi alle singole serate a 90 euro. I migliori artisti di musica elettronica del mondo attrarranno anche quest’anno decine di migliaia di persone. Ma il Kappa è anche sostenibilità: un articolato piano d’azione per ridurre sprechi ed emissioni, preservare le risorse, educare il pubblico e attivare un’economia circolare: “La sostenibilità – dice Maurizio Vitale, co-fondatore e amministratore di Movement – è sempre stata un requisito essenziale delle nostre attività e quello ambientale è solo uno degli ambiti di applicazione: non dobbiamo trascurare la sostenibilità economica e quella sociale”.

Skrillex al Cisco Ottawa Bluesfest nel 2011

Verso fine estate a Torino arriva invece Todays: l’appuntamento è dal 23 agosto al 2 settembre al parco della Confluenza, sul Po. La programmazione non è ancora definitiva e sono in arrivo nuovi annunci, ma al momento si sa che chiuderanno la kermesse il 2 settembre i Massive Attack, mentre sono già in programma gli Lcd Soundsystem, Arlo Parks e gli Overmono. Dopo due giorni di preview, al day one dell’evento il 25 agosto l’ingresso sarà gratuito. Per gli altri giorni i biglietti vanno dai 37 ai 46 euro a serata, ma per lo spettacolo finale dello storico gruppo di Bristol l’ingresso costerà 57 euro.

I Massive Attack a San Pietroburgo nel 2010

Il Flowers Festival parte il 26 giugno e fino al 13 luglio animerà Collegno, in corso Pastrengo 51, con biglietti che vanno dai 15 ai 40 euro. Dal ritorno di Salmo e degli Africa Unite, già presenti nella prima edizione del 2015, fino a Willie Peyote, giunto alla sua quarta volta al Flowers. “Da segnalare, – dice Carlo Parodi, ideatore del festival – la serata dedicata al punk italiano dei Cccp, che dopo la reunion stanno facendo sold out in tutta Italia. Ma anche far parte del tour estivo dei Subsonica ci fa molto piacere”. Da sfondo, la lavanderia a vapore del manicomio ospitato dal parco della Certosa Reale fino a fine Ottocento. Un parco che da sempre fa da palco a grandi festival come il Colonia Sonora e il Pellerossa, che hanno avuto tra le fila nomi di primo livello come Bob Dylan, David Byrne e i Massive Attack. “La musica delle persone e del quotidiano”, lo descrivevano gli organizzatori alla prima edizione. “Considerando i biglietti venduti finora – continua Parodi – possiamo dire che quest’anno supereremo abbondantemente i circa 50mila spettatori dell’anno scorso”.

Salmo in occasione dell’album 1984, uscito nel 2016

A 15 chilometri da Collegno, a Moncalieri, andrà in scena anche quest’anno Ritmika: dal 12 al 15 giugno il Palaexpo di Moncalieri, in piazza del Mercato, sarà animato da artisti di primissimo livello: aprono le danze Colapesce e Dimartino con Marco Castello (il prezzo del biglietto è di 32 euro). Il 13 e il 14 giugno sarà la volta di Emma (37 euro), Ariete e Giove (32 euro), mentre per la serata conclusiva, a ingresso gratuito, si prenderanno la scena la finale di Ritmika Talent, la partita degli europei di calcio tra Italia e Albania e la musica dedicata agli anni Novanta. Parallelamente andrà quindi in scena il contest dedicato ai talenti emergenti. Le semifinali sono state divise in quattro giornate: il 31 maggio, l’1, il 7 e l’8 giugno al 45esimo parallelo di Moncalieri, in via Fortunato Postiglione. I premi verranno offerti da Iren (mille euro), dalla Città di Moncalieri (500 euro) e da Moncalieri giovane (250 euro).

Emma in concerto a Bologna

“Processo continuo”: è questo il tema della 21esima edizione dell’Apolide Festival. Quest’anno la manifestazione, con oltre 40 spettacoli, avrà però una nuova casa, Ivrea, dopo che l’anno scorso la kermesse si era dovuta spostare a pochi giorni dall’inizio dal parco naturalistico di Vialfrè alla Certosa di Collegno: dal 21 al 23 giugno gli eporediesi Cosmo e Santi francesi si faranno sentire dal palco di Ivrea insieme ai Tre allegri ragazzi morti, Motta e gli Ex-Otago, tra gli altri. Sono quattro le location del comune di 22mila abitanti in provincia di Torino: la musica sarà al parco Dora Baltea in via Ezio Alberton, ma la festa continuerà ai giardini Giusiana in corso Re Umberto, al centro culturale Zac! in via Dora Baltea e al negozio di magliette Spritz in via Arduino. L’abbonamento di tre giorni è già sold out, ma è possibile acquistare i biglietti delle singole serate al prezzo di 25 euro. A Ivrea e nei dintorni ci saranno delle strutture convenzionate che offriranno il 10 per cento di sconto ai possessori di ticket.

Davide Toffolo dei Tre allegri ragazzi morti in concerto nel 2014

Per la 16esima edizione del Collisioni Festival saranno tre giorni di fuoco per Alba. Ad aprire le danze sul palco di piazza Medford sarà il 5 luglio il cantautore pontino Calcutta. Seguono i Club Dogo il 6 e Tedua, Silent Bob, Sick Budd, Nayt e Mida per la serata finale del 7 luglio. L’ultima giornata dedicata al festival sarà però il 13 luglio, con Anna, Capo Plaza, Tony Boy, Artie5ive e Paky. Una kermesse che si definisce agrirock a cui si può partecipare a un prezzo che oscilla tra i 30 e i 40 euro, a seconda della serata.