La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Zerocalcare a Torino per presentare le sue Macerie prime

condividi

Con i suoi graphic novel Zerocalcare ha raccontato Kobane e la resistenza curda, gli accolli e gli elenchi telefonici, la difficoltà di mantenere i legami con il proprio passato e ciò che succede ogni maledetto lunedì, descrivendo meglio di molti saggi e romanzi la crisi dei trentenni di oggi.

Michele Reich è diventato grande e, in attesa che La profezia dell’Armadillo diventi un film (scritto da Valerio Mastandrea), lo scrittore di Rebibbia ritorna con un nuovo fumetto, Macerie prime (Bao Publishing) in cui racconta il nuovo mondo che lo circonda e i sogni che il futuro ha infranto. Tra personaggi vecchi e nuovi, e l’armadillo che è scomparso, ma forse non per sempre. L’autore presenta il libro al Circolo dei lettori questa sera alle 21.

Oggi pomeriggio alle 15, Zerocalcare sarà al Pop Store di via Bertola 31f, dove, come ha scritto lui sul suo profilo Facebook “ci stanno i disegnetti e il firmacopie”. Per non fare troppa fila, già da questa mattina è possibile andare in negozio a prenotare il proprio posto ritirando il numerino.

GIORGIA MECCA