“We need your ideas”, anche Torino si prepara al Nasa Space Apps Challenge

condividi

Sarà la “Terra” il tema di quest’anno della Nasa Space Apps Challenge, l’hackaton di 48 ore promosso dalla Nasa per coinvolgere esperti e appassionati sulle nuove sfide che arrivano dallo spazio. Ci si muoverà tra competenze trasversali e settori diversi, dal design alla robotica, dalla scienza all’imprenditoria con il solo obiettivo di divenire fucina delle idee alla ricerca di soluzioni innovative. Dall’Italia, oltre a Milano, Vicenza, Roma e Napoli, ha risposto alla chiamata anche Torino, e in particolare Treatabit, in collaborazione con Tyvak International, Leaf Space, HKN Polito, Jetop, Alta Scuola Politecnica e I3P,  dove in contemporanea con altre 170 città del mondo si svolgerà per la seconda edizione la maratona.

La maratona partirà sabato 29 aprile alle 9.30 con i saluti iniziali; dopo il via dei mentor alle 10.30 si entrerà nel vivo della sfida e si andrà avanti fino alla domenica pomeriggio: deadline alle 14.30 quando i progetti saranno consegnati alla giuria e approderanno sulla piattaforma online globale. I partecipanti dovranno presentarli in soli 5 minuti, alle 16 ci sarà la premiazione. Saranno cinque le categorie a cui poter partecipare: “Ideate and Create!” (“Pensa e crea”), “Our Ecological Neighborhood” (“Il nostro vicinato ecologico”), “Warning! Danger Ahead!” (“Attenzione, pericolo!”), “Planetary Blues” (“Blues planetario”) e “The Earth and Us” (“La Terra e noi”).

 

CRISTINA PALAZZO