La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Violenza in famiglia: due casi in Canavese

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Maltrattamenti in famiglia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale: queste le accuse che sono costate le manette a un 32enne di Ivrea, arrestato dai carabinieri dopo aver picchiato la compagna di 36 anni. L’uomo, visibilmente ubriaco, ha dato il via a una lite in strada con urla che hanno richiamato l’attenzione dei residenti della zona, che hanno chiamato le forze dell’ordine.

Alla vista dei militari, l’uomo ha cercato di aggredire anche loro, oltre agli agenti del commissariato di Polizia di Ivrea. Bloccato il 32enne, la donna è stata trovata con diversi lividi sul volto, il labbro sanguinante e il distaccamento di un dente; successivamente, è stata affidata dal 118 alle cure dei sanitari dell’ospedale di Ivrea. 

Violenza anche a Leinì: in questo caso a l’arresto ha riguardato un uomo di 28 anni, tossicodipendente, che si è reso protagonista di un litigio con i genitori: ad avere la peggio il padre, picchiato e con numerose escoriazioni riportate al gomito e al polso sinistro. È stata la madre a chiamare il 112: i carabinieri hanno bloccato il 28enne e lo hanno arrestato per maltrattamenti, violenza e resistenza a pubblico ufficiale.