La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Tre arresti per rapina e sequestro di un’anziana in casa

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Il 15 ottobre 2020, in un appartamento del centro di Torino, tre persone suonano alla porta. L’anziana padrona di casa va ad aprire e si trova di fronte tre rapinatori a volto coperto, i quali la spingono violentemente a terra. Dopo averla picchiata, mantenendo le mani sul collo e sulla bocca per non farla urlare, la imbavagliano e le bendano gli occhi. Con gambe e piedi legati, la donna, impossibilitata a muoversi, viene trascinata nel bagno di casa sua e chiusa dentro, al buio.

I rapinatori, due uomini e una donna, fanno man bassa di denaro e gioielli: due orologi di lusso, collane di perle, oro e argento. Solo a questo punto si danno alla fuga, senza liberare la vittima. Bloccata in bagno e con parecchie difficoltà, la donna riesce a slegarsi e togliersi il bavaglio. Dà l’allarme con una chiamata al 112. Viene immediatamente raggiunta da un’ambulanza e portata in ospedale, dove sarà medicata e poi dimessa, con una prognosi di 14 giorni, per contusioni su tutto il corpo.

Le indagini partono immediatamente dopo il fatto, ma solo oggi – 23 giugno 2021 – i carabinieri della Compagnia Torino San Carlo sono arrivati ai tre rapinatori e li hanno arrestati per concorso in rapina in abitazione, lesioni personali aggravate e sequestro di persona.

Le immagini di videosorveglianza pubblica e privata del quartiere, l’analisi del traffico telefonico e gli accertamenti tecnico – scientifici effettuati dai carabinieri del R.I.S. di Parma sul materiale sequestrato, hanno consentito di individuare gli autori della rapina e di ricostruire le fasi dell’azione delittuosa.