La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Sgominata la banda del bancomat di Torino

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Con un’esca da dieci euro, ti rubavano la tessera del bancomat. Era una strategia ben collaudata quella della banda, che ha permesso loro di realizzare almeno dodici colpi, soprattutto ai danni di anziani. 

Il gruppo attendeva in fila allo sportello, in attesa della vittima designata, ma solo dopo aver scoperto il codice segreto scattava il colpo: un complice gettava a terra una banconota attirando poi l’attenzione dell’ignaro anziano, facendogli credere che gli fosse caduta. Una gentilezza capace di distrarre per pochi secondi, sufficienti per sostituire la tessera con una replica. 

Un delitto perfetto interrotto solo l’11 dicembre a Padova, quando i carabinieri della stazione di Torino Borgo San Salvario hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare a un cittadino romeno di 34 anni, attualmente detenuto per altra causa.

Le indagini erano cominciate il 19 giugno, quando un signore di 69 anni, dopo aver notato un ammanco di 1.400 euro dal proprio conto, aveva realizzato lo scambio, denunciandone il furto. Proprio dalla tessera, intestata ad un’altra persona, sono partiti i controlli dell’Arma. Nel mirino degli investigatori sono finite a quel punto le registrazioni delle telecamere di sicurezza delle banche, che hanno permesso di svelare la truffa. 

Oltre all’ideatore dei furti, sono stati stati identificati altri tre connazionali, due uomini e una donna, ritenuti responsabili di almeno dodici diversi episodi, avvenuti tra giugno e settembre 2020 a Torino. Anche per loro è scattato il provvedimento restrittivo, in particolare per due dei complici, un uomo e una donna, anche loro già in carcere in Romania per altra causa, mentre il quarto componente della banda è stato identificato ed è tuttora ricercato.