Sesta simulazione di agenzia del 16 maggio 2018

condividi

Agenzia Futura News

AFN:POL – 13.07

CACCIA, M5S: “NIENTE DOPPIETTE LA DOMENICA”. ASSESSORE FERRERO: “DISCUSSIONE APERTA”

Torino, 16 maggio – In Consiglio Regionale continua a tenere banco il disegno di legge numero 182 del 2015 che disciplina le nuove normative in maniera di caccia sul territorio. In particolare il gruppo consiliare M5S chiede a gran voce l’abolizione della caccia la domenica. “Vogliamo almeno una mediazione, e cioè che il nostro emendamento venga approvato per i mesi estivi – ha spiegato il consigliere grillino Giorgio Bertola – Qualche mese fa in Commissione la maggioranza si è spaccata, poi non c’hanno fatto sapere nulla. Attendiamo fiduciosi”. “Ognuno ha la sua sensibilità, ne discuteremo ancora ma il testo di legge è stato votato dalla maggioranza senza questo divieto”, ha puntualizzato l’assessore regionale alla Caccia, Giorgio Ferrero al termine della seduta mattutina del Consiglio. FPD

AFN:CRO – 12.53

VIA NIZZA, RINVENUTO ORDIGNO SECONDA GUERRA MONDIALE, AREA ISOLATA

Torino, 16 maggio – Rinvenuto nel cantiere per il prolungamento della metropolitana un ordigno bellico inesploso. Il ritrovamento è stato fatto vicino al civico 240 di via Nizza, all’altezza di Eataly e del Lingotto. Si tratterebbe di una bomba aerea risalente alla seconda guerra mondiale, del peso di 130 chili, secondo quanto riportato da fonti giornalistiche. Sull’area sono già intervenuti gli artificieri, che non hanno ritenuto di evacuare la zona. FAF

AFN:POL – 12.50

SALONE DEL LIBRO, CASSIANI (PD): “CONFRONTO IMMEDIATO CON CHIAMPARINO”. BONO (M5S): “LA REGIONE SBAGLIA A USCIRE DALLA GOVERNANCE”

Torino, 16 maggio – “Il Salone del Libro non può essere organizzato solo dal Comune, con la Regione ridotta a bancomat di Palazzo civico. Dal presidente Sergio Chiamparino ci saremmo aspettati più fermezza. Ne parleremo con lui e con l’assessora regionale, Antonella Parigi”. A dirlo è il consigliere regionale dem Luca Cassiani, insieme con il collega Daniele Valle tra i più critici sull’accordo tra piazza Castello e Palazzo di Città annunciato al termine della 31ª edizione della Book Fair: se quest’anno l’evento è stato organizzato in tandem tra Circolo dei Lettori (Regione) e Fondazione per la Cultura (Comune), dal 2019 il timone organizzativo sarà interamente affidato all’ente presieduto da Angela La Rotella. La Regione ha scelto di defilarsi, continuando comunque a finanziare la principale manifestazione culturale torinese. Questa mattina, dalle pagine de La Repubblica, il presidente della Regione ha definito le polemiche interne al suo partito come “piccinerie”, aggiungendo che “se ci sono idee diverse ben vengano, basta che non siano figlie di una polemica capace di guardare soltanto alla propria bottega”. “Chiamparino resta il leader della giunta, nessuno mette in dubbio la sua autorità – prosegue Cassiani – Cercheremo, però, di fargli capire come la presenza della Regione rappresenti una garanzia per tutti i fornitori, che attendono ancora di essere pagati dal liquidatore della Fondazione per il Libro, Maurizio Gili. Inoltre, solo partecipando in maniera attiva all’organizzazione sarà possibile controllare la gestione dell’evento, evitando spiacevoli episodi come la consulenza da 5 mila euro del portavoce della sindaca Chiara Appendino, Luca Pasquaretta”. Anche il Movimento 5 Stelle piemontese è sorpreso dalla decisione di Chiamparino. “Uscire dalla governance del Salone, una manifestazione a valenza nazionale, è un grave errore – puntualizza il consigliere regionale grillino, Davide Bono – Si tratta dell’ennesimo mal di pancia in seno al Partito democratico: forse speravano che il Salone fosse un fallimento per andare contro l’amministrazione comunale. Mi spiace per loro: ha registrato il record di visitatori contro ogni pronostico”. FPD

AFN:CRO – 12:45

AMBIENTE: ARPA LANCIA APP LIVESTORM PER AVVISARE CITTADINI IN CASO DI EMERGENZE

Torino, 16 maggio – Droni e sensori possono essere utilizzati per risolvere incendi, cadute di alberi, temporali e alluvioni, integrandoli con una buona comunicazione ai cittadini. È quanto emerso dal convegno “Le tecnologie al servizio della gestione delle emergenze ambientali”, in cui sono intervenuti i professori Gabriele Garnero e Roberto Cremonini insieme a Paola Pisano, assessore all’Innovazione del Comune di Torino. Garnero, docente di geomatica all’Università di Torino, ha sottolineato l’utilizzo dei droni “per individuare una persona nell’ambiente o in mezzo al fumo, grazie alla doppia tecnologia visibile a infrarossi, con filtri tarati sulla temperatura umana” e dei sensori a infrarossi che possono analizzare lo stato di “salute” di un albero e prevederne la caduta. È però indispensabile migliorare la comunicazione e allertare in tempo utile i cittadini ed è quello che ha fatto Arpa Piemonte: “Abbiamo creato l’applicazione LiveStorm per arrivare subito ai cittadini e aggiornarli ogni 5 minuti sui temporali”, ha detto il collaboratore tecnico Cremonini, spiegando che la diffusione multicanale, la quale comprende i social network, è fondamentale così come gli early warnings. I temporali possono portare alle alluvioni e alle inondazioni, perciò Cremonini ha annunciato: “Stiamo sperimentando un sistema di avvisi automatici con vari comuni piemontesi, tra cui Torino. Geolocalizziamo quelli che sono attraversati da un fiume e quando questo supera i livelli di guardia, controllati usando gli idrometri, inviamo subito l’allerta”. Un altro importante annuncio è arrivato dall’assessore Pisano: “Stiamo pensando di portare a Torino un database sulla salute dei cittadini”, ha detto riguardo l’utilizzo dei dati, aggiungendo una possibile “collaborazione con l’Unesco su questo tema”. AMT

AFN:CUL – 12.15

SCIENZA: 60 MILA EURO IN PALIO PER IL MAD FOR SCIENCE 2018

Torino, 16 maggio – Sarà svelato entro la giornata di oggi il team vincitore del nuovo concorso di Mad for Science, organizzato da Diasorin e giunto alla sua seconda edizione. In palio per la scuola vincitrice 60 mila euro da utilizzare per un biolaboratorio innovativo e 10 mila euro come premio per la capacità di comunicazione scientifica. La giuria è composta da Francesco Pasinelli, direttore della Fondazione Telethon, Cristina Messa, rettore dell’università di Milano Bicocca, Raffaella Cesaroni, giornalista di SkyTG24 e Andrea Salonia del San Raffaele di Milano.
Tutti gli istituti superiori di secondo grado che hanno partecipato al concorso sono stati premiati con l’abbonamento alla rivista Le Scienze per 12 mesi. CMC

AFN:CUL -12.14

SCIENZA: SEI PROGETTI FINALISTI DEL MAD FOR SCIENCE 2018

Torino, 16 maggio – Sono sei i team di studenti finalisti del concorso Mad for Science 2018, organizzato da Diasorin al Palazzo della Luce di Torino. Gli istituti superiori che presenteranno questa mattina le loro ricerche sono l’istituto San Lorenzo di Novara, l’Iis Cobianchi di Verbania, l’Einstein e il Peano di Torino, l’Iis Curie Vittorini di Grugliasco e l’Istituto Augusto Monti di Asti. Il concorso, che ha coinvolto 200 studenti in tutta la regione, ha posto i ragazzi di fronte alle sfide scientifiche del nostro tempo, al fine di progettare un biolaboratorio al passo con le avanguardie tecnologiche. In palio c’è proprio un laboratorio per la propria scuola, che sarà assegnato al termine della giornata, quando verrà annunciato il vincitore. CMC

AFN:POL -12.10

SALONE LIBRO, BONO (M5S): “LA REGIONE SBAGLIA, FORSE IL PD SPERAVA IN UN FALLIMENTO”

Torino, 16 maggio – “I mal di pancia del Partito Democratico non finiscono mai”. Lo ha detto il consigliere regionale M5S Davide Bono, che ha commentato la polemica interna al Pd dopo la decisione della Regione di uscire dalla governance del Salone del Libro a partire dalla prossima edizione. “Chiamparino e i suoi sbagliano, la Book Fair è una manifestazione di valenza nazionale – spiega Bono – Quest’anno è stata un successo, accogliendo il più alto numero di visitatori di sempre contro ogni pronostico. Forse i dem non se l’aspettavano e speravamo in un fallimento per attaccare l’amministrazione comunale della città”. FPD

AFN:CRO – 11:50

AMBIENTE, ARPA: “CON L’APP LIVESTORM AVVISIAMO IN TEMPO REALE I CITTADINI”

Torino, 16 maggio – “Abbiamo creato l’applicazione LiveStorm per arrivare subito ai cittadini e aggiornarli ogni 5 minuti sui temporali”. Così il professor Roberto Cremonini, collaboratore tecnico di Arpa Piemonte, ha sottolineato il successo dell’applicazione lanciata a settembre durante il convegno “Le tecnologie al servizio della gestione delle emergenze ambientali”. Cremonini ha inoltre spiegato che la diffusione multicanale, la quale comprende i social network, è fondamentale, così come gli early warnings, “per preparare i cittadini alle emergenze ed evitare che subiscano danni”. I temporali possono portare alle alluvioni e alle inondazioni, perciò Cremonini ha aggiunto: “Stiamo sperimentando un sistema di avvisi automatici con vari comuni piemontesi, tra cui Torino. Geolocalizziamo quelli che sono attraversati da un fiume e quando questo supera i livelli di guardia, controllati usando gli idrometri, inviamo subito l’allerta”. AMT

AFN:CRO – 11:43

VIOLENZA DONNE: A TORINO AUMENTATE LE DONNE CHE UTILIZZANO I SERVIZI DEDICATI

Torino, 16 maggio – “Il Comune sta decidendo di predisporre un piano antiviolenza, nel frattempo sono aumentate le donne che utilizzano i servizi dedicati”, spiega Gabriella Bianciardi presente in rappresentanza di Marco Giusta, assessore comunale alle Politiche di genere al convegno “Sguardi e narrazioni sulla violenza maschile nelle relazioni intime” all’Università di Torino. “Il Comune è da sempre attento alla questione, cercando di lavorare su prevenzione, assistenza e comunicazione. Sin dal 2000 è stato istituito un coordinamento e dal 2014 raccogliamo dei dati sulla violenza per monitorare la situazione. In parallelo, stiamo promuovendo delle azioni sul territorio: a Barriera di Milano sta partendo un progetto finanziato dal ministero degli Interni che vede il coinvolgimento di cittadini come stakeholders. Inoltre, da parte nostra c’è massima attenzione al linguaggio e ai messaggi che veicoliamo nelle iniziative di sensibilizzazione”. CPA

AFN:POL – 11:24

CASO RUBY: CHIESTO RINVIO A GIUDIZIO PER BERLUSCONI A TORINO (2)

Torino, 16 maggio – Il processo riguarda le donazioni del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi a Roberta Bonasia, ex infermiera di Nichelino. Secondo l’accusa, Berlusconi avrebbe cercato di comprare il silenzio della ragazza affinché rilasciasse in aula dichiarazioni non veritiere su quanto avveniva nel corso delle cene ad Arcore. La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio anche per la stessa Roberta Bonasio, accusata di calunnia, falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari. Dalle contestazioni è stata esclusa la concessione in comodato gratuito alla ragazza di un immobile in Torre Velasca, il grattacielo di 26 piani in pieno centro a Milano. Nella prossima udienza, fissata il 1 giugno, è prevista la discussione degli avvocati difensori di Berlusconi. Il giudice dell’udienza preliminare Francesca Christillin dovrà decretare se sollevare il conflitto di competenza tra le procure di Milano e Torino o accogliere il rinvio a giudizio. Il gup valuterà se la decisione dovrà ricadere nel luogo dove l’ex infermiera ha ricevuto l’ultimo assegno circolare di Berlusconi, cioè Milano, oppure dove l’assegno dalla somma di 25mila euro è stato incassato, ossia in una banca del torinese. GRN

AFN:CRO – 11:23

VIOLENZA DONNE: ASS. CERUTTI: “A LAVORO PER RAFFORZARE LA RETE DEI CENTRI ANTIVIOLENZA”

Torino, 16 maggio – “Promuovere azioni comuni e rafforzare la rete di centri antiviolenza e case protette”. L’assessora alle Pari Opportunità del Comune di Torino Monica Cerutti, al convegno “Sguardi e narrazioni sulla violenza maschile nelle relazioni intime” all’Università di Torino, ha elencato le azioni promosse dalla Regione Piemonte per contrastare il fenomeno che riguarda una donna su tre. Un’occasione per analizzare il linguaggio di genere e le campagne comunicative. “Sapere che questo è il momento iniziale per portare avanti un osservatorio è interessante – ha aggiunto Cerutti-. Il nostro obiettivo è far conoscere le realtà esistenti e grazie ai centri antiviolenza, 16 in tutta la Regione di cui 8 nel torinese, stiamo definendo una rete capillare sul territorio coinvolgendo le realtà organizzate. Ragionare sulla prevenzione per noi è anche questo, informare che si può uscire dal problema. Lo abbiamo già fatto con iniziative nei centri, utili per sensibilizzare i cittadini ma soprattutto gli amministratori e le amministratrici del territorio, e continueremo con campagne ad hoc. C’è tanto lavoro da fare”. CPA

AFN:CRO – 11:05

AMBIENTE: ASS. UNIA: PROMUOVIAMO UNA CULTURA DEL RISPETTO AMBIENTALE

Torino, 16 maggio – “In un periodo nel quale i musei sono in difficoltà, il Museo A come Ambiente apre un nuovo padiglione. È un bel segnale per tutti: vogliamo promuovere una cultura della tutela ambientale, a partire dalle scuole”, ha dichiarato questa mattina l’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Torino, Alberto Unia, all’inaugurazione del Padiglione Guscio del MAcA di Torino. “Questo nuovo spazio per le mostre temporanee arricchisce un percorso già iniziato nel 2014 con l’apertura del Museo. Se vogliamo conciliare ambiente e sviluppo dobbiamo partire dai più piccoli, dai bambini e ragazzi che saranno i nuovi adulti di domani”. La prima mostra temporanea aprirà il 13 settembre 2018 e sarà dedicata ai rifiuti di plastica in mare. CMC

AFN:CRO – 10:55

AMBIENTE: DRONI E SENSORI PER RISOLVERE LE EMERGENZE
Torino, 16 maggio – “Quando c’è un incendio, i droni sono utilissimi per individuare una persona nell’ambiente o in mezzo al fumo, grazie alla doppia tecnologia visibile a infrarossi, con filtri tarati sulla temperatura umana”. Queste le parole del professor Gabriele Garnero, docente di geomatica all’Università di Torino, che è intervenuto durante il convegno “Le tecnologie al servizio della gestione delle emergenze ambientali”. Il professore ha sottolineato l’utilità dell’utilizzo di droni e sensori in condizioni di emergenza, come un incendio o la caduta di un albero. “È possibile prevederla tramite l’integrazione di analisi all’infrarosso all’albero”. Garnero ha anche sottolineato la necessità di migliorare l’informazione verso i cittadini, utilizzando anche “i dati raccolti dai sensori per creare un’applicazione per device mobili in grado di spedire alert agli utenti”. AMT

AFN:CRO – 10:50

AMBIENTE: DA SETTEMBRE AL MACA M MOSTRA SUI RIFIUTI DI PLASTICA

Torino, 16 maggio – Si intitola “Out to sea – The Plastic Garbage Project” la prima mostra temporanea che sarà ospitata nel nuovo Padiglione Guscio del Museo A come Ambiente (Maca) di Torino, ufficialmente inaugurato questa mattina. L’esposizione aprirà il 13 settembre 2018 e sarà visitabile fino al 13 gennaio 2019.
Dedicata al tema dei rifiuti di plastica in mare, la mostra nasce con l’idea di far comprendere ai visitatori la portata del fenomeno e le conseguenze per l’ambiente. “La realizziamo in collaborazione con il Museum für Gestaltung di Zurigo” spiega il direttore del museo, Paolo Legato. “Ma attenzione: non vogliamo dire che siamo contrari alla plastica, i suoi usi sono infiniti. Il problema è cambiare le abitudini delle persone e ridurre i rifiuti. ‘Out to Sea’ va in questa direzione”. CMC

AFN:CRO – 10:33

AMBIENTE, CONSULENTE MINISTERO: “POSSIBILE CONCILIARE TUTELA E SVILUPPO”

Torino, 16 maggio – “Anche se è difficile, dobbiamo ricordarci che è possibile promuovere un’idea di sviluppo che va di pari passo con la tutela dell’ambiente. Questo museo lo dimostra, grazie per aver creduto in questa idea”. Mauro Libè, consigliere del ministero dell’Ambiente, è ospite all’inaugurazione del nuovo padiglione del Museo A come Ambiente di Torino, il “Guscio” che ospiterà mostre temporanee nello spazio in Barriera di Milano. “Dobbiamo creare una cultura diversa, partendo dai bambini e dai ragazzi e questo museo va proprio in questa direzione. Aprire un nuovo spazio oggi serve a raccontare che si può fare innovazione senza fare del male all’ambiente”. CMC

AFN:CRO – 10:42

TORINO: SGOMBERO MANITUANA, I COMMERCIANTI: “RAGAZZI EDUCATI, PORTAVANO LAVORO”

Torino, 16 maggio – “Gli universitari di Manituana sono educati e contribuiscono all’economia della zona”, ha commentato una commerciante della zona che vuole restare anonima. “Francamente trovo questo sgombero incomprensibile”. Diversi commercianti di corso Verona, nelle zone più vicine alla sede del centro culturale Manituana, hanno commentato negativamente lo sgombero dell’associazione. Alcuni cittadini avevano preso l’iniziativa di lasciare dei libri alla vicina copisteria, così che potessero essere inseriti nella biblioteca di libero scambio istituita dagli studenti nelle sale occupate della Film Commission. Libri e scaffali sono stati portati via nella mattinata dagli studenti, dopo l’intervento delle forze dell’ordine che hanno eseguito lo sgombero. FAF

AFN:POL – 10:39

CASO RUBY: CHIESTO RINVIO A GIUDIZIO PER BERLUSCONI A TORINO

Torino, 16 maggio – Il pm Laura Longo ha chiesto il rinvio a giudizio per Silvio Berlusconi, accusato a Torino di corruzione in atti giudiziari nell’ambito del processo Ruby ter. Lo riporta l’Agi. La prossima udienza con la decisione del gup e’ in programma venerdì 1 giugno. RED

AFN: CRO – 10.32

TORINO: INAUGURAZIONE NUOVO PADIGLIONE AL MUSEO A COME AMBIENTE

Torino, 16 maggio – Al via l’inaugurazione del nuovo spazio dedicato alle mostre temporanee al Museo A come Ambiente – MAcA in corso Umbria 90 a Torino. Il padiglione si chiama “Guscio” ed è stato progettato dall’architetto Agostino Magnaghi. L’edificio copre un’area di 245 metri quadrati, è alto dieci metri e ha una copertura in zinco e titanio. “Ringrazio il museo per questo padiglione. Bisogna comprendere le sfide dell’ambiente e poi passare alle azioni concrete” ha dichiarato l’assessore regionale all’economia Giuseppina De Santis. “Questo museo serve anche per creare una cultura diversa, di tutela dell’ambiente”. CMC

AFN: CRO – 10.23

TORINO, DENUNCIATO 75ENNE PER VIOLENZA SESSUALE SUL BUS

Torino, 16 maggio – La Polizia Municipale di Torino conferma il fermo per atti osceni di A. B., 75enne italiano. I Vigili, impegnati in borghese a bordo del bus 18, sono intervenuti in via Madama Cristina. L’uomo si era posizionato dietro a una ragazza e procedeva ad atti di autoerotismo. A. B. è stato bloccato, accompagnato al Comando di via Bologna e denunciato a piede libero per violenza sessuale. ROT

AFN: CRO – 10.20

TORINO, BLOCCATA LA COSTRUZIONE DI TRE MOSCHEE

Torino, 16 maggio – Il Comune di Torino ha bloccato l’autorizzazione per la ristrutturazione di tre stabili, destinati a diventare locali di culto islamici. I magazzini, in cui erano già partiti i lavori, si trovano in via Monte Rosa 20, nel quartiere Barriera di Milano, e all’angolo tra corso Umbria e via Aquila, nel quartiere San Donato. Non si conosce l’ubicazione del terzo locale, sul quale il gruppo della Lega Nord presenterà un’interpellanza in Consiglio comunale. Come riportato dal quotidiano Cronaca Qui, dagli uffici comunali fanno sapere che le pratiche sono ferme per “imprecisioni dal punto di vista procedurale” e perché “viziate da un iter organizzativo non perfetto”. Il problema sarebbe la destinazione d’uso dei locali, che non permette per legge l’insediamento di luoghi di culto. DAT

AFN: POL – 10.20

SALONE DEL LIBRO, CASSIANI (PD): “IL COMUNE NON PUÒ ORGANIZZARE DA SOLO”

Torino, 16 maggio – “Il Salone del Libro è un impianto culturale della città: non possiamo permetterci di lasciarlo in mano soltanto al Comune, limitandoci a fare da bancomat a Palazzo di Città”. Così il consigliere regionale del Partito democratico, Luca Cassiani, che insieme con il collega Daniele Valle si è espresso in maniera fortemente critica sulla scelta della Regione di lasciare alla Fondazione per la Cultura la cabina di regia della prossima edizione della Book Fair torinese. “Il presidente Sergio Chiamparino resta il leader della giunta e nessuno mette in dubbio la sua autorità – prosegue Cassiani – Abbiamo chiesto però un confronto aperto sulla questione. Il Salone è l’evento più importante di Torino: per la Regione è un dovere culturale e politico partecipare alla sua realizzazione. Per i fornitori costituirebbe un’ulteriore garanzia e ci sarebbe un miglior controllo nella gestione di Librolandia, evitando casi analoghi a quello che ha coinvolto di recente il portavoce della sindaca Luca Pasquaretta con la sua consulenza da 5 mila euro a Massimo Bray”. FPD

AFN:CRO – 10:14

TORINO: SGOMBERO MANITUANA, OPERAZIONE ANCORA IN CORSO

Torino, 16 maggio – Si sta svolgendo in modo pacifico lo sgombero degli spazi occupati di via Cagliari, dove gli attivisti del laboratorio culturale autogestito Manituana avevano stabilito la loro sede. Le forze dell’ordine hanno consentito a otto ragazzi di entrare per caricare su un furgone arredi e oggetti dell’associazione. All’angolo con corso Verona attende intanto un gruppo di circa trenta ragazzi, che assiste allo sgombero. L’accesso alla strada è interdetto dalle forze dell’ordine. FAF

AFN:CRO – 10:12

SALUTE: ASS. PISANO: “PRESTO UN DATABASE SULLA SALUTE DEI CITTADINI”

Torino, 16 maggio – “Stiamo pensando di portare a Torino un database sulla salute dei cittadini”. Questo l’annuncio di Paola Pisano, assessore all’Innovazione del Comune di Torino, riguardo l’utilizzo dei dati. Paola Pisano è intervenuta nel corso del convegno “Le tecnologie al servizio della gestione delle emergenze ambientali” e ha aggiunto: “Pensiamo a una collaborazione con l’Unesco su questo tema”. AMT

AFN:CRO – 10:03

CASA: TRENTA FAMIGLIE SENZA GAS A FALCHERA DA OLTRE UN MESE

Torino, 16 maggio – Via Ulivi 116, Falchera, periferia nord di Torino. Gli abitanti del comprensorio lamentano la mancanza d’acqua calda per cucinare o lavarsi: «È impossibile vivere così – dichiarano – nessuno ci viene incontro».
Tutto è iniziato il 15 aprile quando una fuga di gas ha investito l’intero condominio. L’Asl, per evitare danni ulteriori e mettere in sicurezza la struttura, ha deciso di comune accordo con Italgas di chiudere la fornitura del palazzo. I condomini sono stati costretti a comprare fornelli elettrici facendo così lievitare la bolletta della luce per la quale, adesso, chiedono rimborso. MAT

AFN:CRO – 10:00

TORINO: SGOMBERO MANITUANA, STUDENTI “SPAZI ERANO INUTILIZZATI”

Torino, 16 maggio – “Abbiamo un giorno per portare via le nostre cose”: Jacopo Scalzi, uno degli attivisti del laboratorio culturale autogestito Manituana sgomberato nella mattina dalle forze dell’ordine, ha così commentato l’azione di polizia. “Erano spazi che non usava nessuno, e non sappiamo neanche perché”: gli studenti universitari avevano preso possesso a ottobre del 2017 delle aree inutilizzate della Torino Film Commission di via Cagliari, in seguito alla minaccia di sgombero della storica sede di via Sant’Ottavio, di fronte a Palazzo Nuovo. FAF

AFN:SPO – 10:00

TENNIS: SONEGO SALUTA ROMA, “NON DIMENTICHERO’ LA VITTORIA SUL CENTRALE”

Torino, 16 maggio – Sconfitta al secondo turno degli Internazionali d’Italia per Lorenzo Sonego, battuto in due set (6-3,6-4) dal tedesco Peter Gojowczyk. “È stato già bellissimo arrivare fin qui – spiega il tennista torinese – ho lottato contro tutti e mi sono divertito. Purtroppo ieri sera non sono stato molto costante con i miei colpi migliori, il servizio e il dritto. Ma tutto fa parte del percorso di crescita”. Al primo turno si è presentato al pubblico romano con una rimonta contro il francese Adrien Mannarino, numero 27 del mondo. “Sognavo di giocare sul Centrale del Foro Italico, figuriamoci vincerci. È un successo che non dimenticherò facilmente”. La prima vittoria di Sonego in un torneo di livello Masters 1000 fa seguito al secondo turno raggiunto agli Australian Open, lo scorso gennaio. Grazie all’exploit di Roma, il torinese salirà da lunedì tra i primi 130 del mondo in classifica generale. GRN

AFN:CRO – 09:20

TORINO: SGOMBERATO MANITUANA, STUDENTI AVEVANO OCCUPATO LOCALI FILM COMMISSION

Torino, 16 maggio – È stato sgomberato questa mattina il laboratorio culturale autogestito Manituana, centro allestito nei locali della Film Commission Torino Piemonte. Ne hanno dato notizia gli stessi membri dell’associazione alle otto del mattino sui social network. Durante le operazioni, coordinate dalla Digos, non si sarebbero registrati scontri. FAF