Master of Magic: oltre 6mila spettatori per la festa della magia

condividi

Dietro gli stand del Master of Magic c’è quello che tutti vogliono sapere e che nessuno può dire: i trucchi dei maghi. 

Ci sono oggetti stravaganti sparsi su teli neri, e sopra di loro parlano voci con accenti di tante nazionalità diverse. Carte, anelli, bacchette, libri, fiale. Il XX festival della magia vuole stupire, ma anche essere un momento di confronto, crescita, e dialogo. Con 6000 spettatori, 1800 maghi e 4 sold out Master Of magic saluta Torino e segna un successo. 

Al Mastio della cittadella c’è chi si scambia consigli su grossi tavoli in pelle, quali carte da gioco usare, quali no, e poi ci si ritrova tutti nel salone centrale dove, sotto le luci azzurre del palco, la magia va in scena. Quattro giorni di spettacoli, workshop, e close up. 

Un evento diffuso che parte sì dal Mastio della cittadella, ma poi si sposta al teatro Alfieri, che per due sere ha ospitato il Gran Galà dell’evento, e continuerà alla Reggia di Venaria dal 2 al 5 giugno. «Quest’anno – commenta Walter Rolfo – siamo riusciti ad avere per il Gala una delle squadre migliori di sempre, con i maghi campioni del mondo», tra questi il celebre Raul Cremona, il campione mondiale di mnemonica Vanni De Luca, la super star Dan Sperry con i suoi numeri di colombe in versione gothic – rock,  il contorsionista australiano Guinness World Record e figlio d’arte Captain Frodo, noto anche come The Incredible Rubberman. Non solo, sul palco si sono esibiti anche  il giovane trasformista coreano Manho Han, l’artista del Cirque du Soleil specializzato in giocoleria orizzontale Victor Moiseev, il fantasista Ernesto Planas, il campione del mondo di manipolazione Niek Takens e dai Paesi Bassi il gruppo Campione del Mondo di grandi illusioni Magus  Utopia – una squadra straordinaria tra creatori, coreografi, ballerini e artigiani capitanato da Aquila Junior e Marcel Kalisvaart. 

Questa XX edizione del Masters of Magic World Tour 2022 ha inoltre voluto attivare per l’edizione 2022 una collaborazione speciale con Torino Comics, il cui tema sarà appunto la magia con “We believe in magic” in programma al Lingotto Fiere dal 10 al 12 giugno 2022. I Maestri di Masters of Magic saranno presenti con una Magic School ispirata a Harry Potter, a cui possono iscriversi e partecipare appassionati di ogni età. Un evento unico nel suo genere, dove Masters of Magic allestirà attività, lezioni di magia, e animazioni che si terranno per l’occasione nei tre giorni di evento. 

I premi

Il premio internazionale FISM Victor Balli, fra i più importanti riconoscimenti al mondo, è stato assegnato al giovane torinese Filiberto Selvi con il suo numero “The Violin Act”, già campione italiano a soli 17 anni. Il secondo posto va invece al francese Adrien Quillien, il bronzo è del manipolatore Francesco della Bona.

Altro concorso del Festival è stato il Campionato Italiano di magia: i concorrenti, dopo esser stati selezionati durante l’anno in tutte le città d’Italia si sono infine sfidati nel Gran Finale presentando i loro incanti davanti a una giuria composta da grandi personalità del mondo della magia e membri della Fédération Internationale des Sociétés Magiques. 

Vincitore del titolo di Campione Italiano di Magia è invece Tiziano Cellai, mago toscano dallo stile curato e originale ispirato al mondo del fantasy. A salire con lui sul podio Leonardo Panetti, l’illusionista reatino ed Erik Baron, altro giovane talento piemontese.

Tra gli altri importanti premi che sono stati assegnati nei giorni del Masters of Magic World Tour 2022, da ricordare anche il prestigioso riconoscimento “Grolla d’Oro”, che consacra i migliori artisti dell’illusione al mondo, e che quest’anno è stato assegnato a Richard Wiseman, ospite a Torino venerdì 27 maggio, e Alessandro Marrazzo, regista e show designer del Gran Gala.

https://www.youtube.com/shorts/8j4ntw1gbng