La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

L’editoria scolastica europea arriva a Torino

condividi

Il 20 e 21 giugno si svolgerà per la prima volta in assoluto in Italia, a Torino, l’incontro annuale dell’EEPG (European Educational Publishers Group), l’organizzazione senza scopo di lucro dedicata alll’editoria scolastica, che riunisce 24 editori educativi di 24 paesi dell’Unione Europea.

“Nel 2023 EEPG ha ottenuto 1 miliardo di euro di fatturato, più del totale dell’intera editoria scolastica italiana che vale 900 milioni di euro – ha detto Simone Lattes, amministratore delegato della Lattes, principale casa editrice scolastica italiana, che aderisce a EEPG da due anni-. Quest’anno Lattes ha compiuto 130 anni e abbiamo sfruttato questa ricorrenza per svolgere l’edizione del 2023 in Italia e promuovere l’editoria locale. Torino ha un primato unico: la nostra area è l’unica in Italia in cui la filiera editoriale è presente al completo. Questo aspetto consente all’industria del libro di realizzare delle economie di scala e garantire una migliore qualità del prodotto.”

EEPG è un network che realizza libri e strumenti per l’apprendimento per 93 milioni di studenti. “La presenza di EEPG nella nostra città è anche un occasione per far conoscere la nostra città – ha aggiunto Simone Lattes -. Vogliamo promuovere i disegni di Leonardo custoditi nella Biblioteca Reale e il Museo Egizio di Torino, che è il secondo museo di questo tipo pù grande al mondo e non ha niente da invidiare a nessuno. Abbiamo messo a disposizione gratutiamente per tutti gli editori aderenti a EEPG immagini delle opere artistiche custodite in città e speriamo che finiscano sui libri. Oltre a questo, abbiamo iniziato un programma, insieme agli altri editori di EEPG, a sostegno dei bambini profughi ucraini. Abbiamo messo a disposizione in maniera gratuita versioni digitali dei libri di testo dell’editore scolastico ucraino piu famoso chiamato Ranok. Da quando è partito il conflitto ci sono stati oltre 24mila download.”