La lotta contro i populismi di Roberto Saviano ed Ece Temelkuran

condividi

Capire le dinamiche della comunicazione politica populista trasformando il suo paese, la Turchia, in un laboratorio. Senza cadere nello snobismo. Secondo Roberto Saviano, questo è ciò che ha fatto la giornalista Ece Temelkuran con il suo ultimo libro, Come sfasciare un paese in sette mosse, edito in Italia da Bollati Boringhieri.
Osteggiata dal governo di Recep Erdogan, la giornalista turca sta portando avanti una battaglia per restituire al suo paese maggiore libertà di informazione e di pensiero: “Tutto quello che i populismi di destra stanno portando è causato dalla paura e quindi dobbiamo disfarcene. Non dobbiamo avere nessuna paura” esorta Temelkuran.
“È in corso un processo di infantilizzazione dell’elettore. Il populista non cerca di convincere, nega ogni spazio comune. Ti dice ‘Credimi!'” aggiunge Saviano, che chiede a Temelkuran consigli su come affrontare quella che definisce la “resistenza di chi ragiona”. “La nostra responsabilità è decifrare i meccanismo che stanno diffondendo confusione. Dobbiamo avere fiducia nell’umanità – risponde la giornalista – e avere il coraggio di parlare di dignità delle persone, quando i populismi fanno sempre appello all’orgoglio.
Dobbiamo continuare a combattere e dentro il libro ci sono delle tattiche che vi consiglio”.
La conclusione dell’incontro punta sul tema delle donne. Argomento su cui Temelkuran ha le idee chiare: “La prossima generazione di donne ci aiuterà a uscire dalla crisi. In passato, le donne hanno già fatto sentire la loro voce nei momenti più difficili, per poi essere ricacciate indietro non appena si è instaurato un nuovo status quo. Ora siamo in un tempo di crisi e le donne torneranno a farsi sentire, ma stabilito lo status quo stavolta continueranno a farsi sentire. Questo perché per la prima volta non si sentono in imbarazzo ad avere potere economico e culturale”.

LUCA PARENA