La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Amministrative 2022: la partita in Piemonte si deciderà ai ballottaggi

condividi

Il Piemonte l’asse tra centrosinistra e Movimento 5 Stelle ha tenuto botta e lascia ben sperare in vita dei ballottaggi del 26 giugno. Su tre capoluoghi di provincia al voto – Alessandria, Asti e Cuneo – le forze politiche giallorosse hanno minato la supremazia del centrodestra sul territorio regionale, tra sorprese e conferme. A scrutinio concluso, ad Alessandria sarà sfida tra Giorgio Abonante, al 42% dopo la prima tornata, e il sindaco uscente Gianfranco Cuttica di Revigliasco, sostenuto da Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia e fermo al 40%. Al terzo posto (con il 14,6%) il centrista Giovanni Barosini, espressione di Azione e Più Europa e potenziale ago della bilancia in caso di apparentamento con uno dei due sfidanti.

Ad Asti la partita per lo scranno di primo cittadino è durata poco: già dalle prime schede, Giovanni Rasero del centrodestra ha preso il largo, stagliandosi al 55,6% contro il 37% dello sfidante di Pd e M5S Paolo Emilio Crivelli. A Cuneo il centrosinistra si è confermato compatto intorno al nome di Patrizia Manassero, attualmente intorno al 47% contro il 20% di Franco Civallero (centrodestra) e il 16,4% di Luciana Boselli, sostenuta da liste civiche. La chiusura anticipata, già al primo turno, della partita nella città cuneese è stata in bilico fino all’ultimo: in caso di raggiungimento del 50% di preferenze, infatti, Manassero sarebbe stata eletta.
Se nel turno di ballottaggio tra due settimane i dati dovessero essere confermati, il centrodestra rischierebbe di perdere il vantaggio regionale, potendo contare su 4 capoluoghi di provincia (Biella, Novara, Vercelli e Asti) contro 3 del centrosinistra (Torino, Verbania e Cuneo, dove il vantaggio di Manassero è importante) e la variabile Alessandria.

Negli altri 89 comuni al voto, il centrodestra ha vinto a Borgomanero con Sergio Rossi. A Grugliasco, il candidato del centrosinistra Emanuele Gaito ha ipotecato la vittoria al primo turno. A Chivasso sarà ballottaggio tra Marta Clara del centrodestra e Claudio Castello del centrosinistra. Tante le elezioni di sindaci sostenuti da liste civiche e movimenti locali: Fabrizio Bonaccio a Borgosesia, Pietro Bondetti a Varallo, Roberto Ghio a Santena, Ivo Beccaria a Barge, Andrea Archinà ad Avigliana, Giuseppe Cagnola Marsaglia a Caselle Torinese e Michelangelo Picat Re a San Maurizio Canavese. Un segnale importante sul fatto che i partiti, nei centri minori, non sono riusciti a convincere gli elettori.

(dati: Ministero dell’Interno)

Articoli Correlati