La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Il 4 maggio torna granata: gli eventi per commemorare il Grande Torino

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Poche squadre di calcio riescono a creare un profondo legame con la propria città, diventando parte integrante della storia del luogo in cui hanno compiuto le proprie imprese sportive. Se dovessimo raccontare la Torino del pallone, non potremmo non pensare al Grande Torino, il cui ricordo – dopo due anni di stop causati dalla pandemia – torna finalmente a colorare le strade della città di granata.

Saranno diversi gli eventi di commemorazione del settantatreesimo anniversario della tragedia di Superga, tra cui la tradizionale santa messa nella basilica (che comincerà alle ore 17), in presenza di squadra, staff tecnico e dirigenti, con la lettura dei nomi delle 31 vittime dello schianto del 4 maggio 1949 da parte del capitano del Torino, Andrea Belotti.

La novità di quest’anno è tuttavia la riapertura al pubblico dello stadio Filadelfia, che accoglierà gratuitamente duemila tifosi a partire nella mattina del 4 maggio (a partire dalle 11). Un’assenza del tifo granata dalla storica casa del Torino che durava dal febbraio del 2020. Sempre in mattinata, una delegazione societaria si recherà al Cimitero Monumentale di Torino per la commemorazione del Grande Torino organizzata dal Circolo Soci Torino Fc 1906. Sarà il cappellano granata Don Riccardo Robella a benedire i sepolcri delle vittime della tragedia di Superga, che si trovano sotto le volte dell’arcata 146. Alla cerimonia sarà presente anche il sindaco Stefano Lo Russo.

Al Cimitero monumentale di Torino si svolgerà anche l’evento culturale ”Spoon River in Riva al Po” , prodotto da AFC Torino Spa con il patrocinio del Salone internazionale del libro di Torino e dal Circolo Soci Torino FC 1906 (alle ore 14.30). Un laboratorio di scrittura creativa sulla memoria collettiva custodita nello storico cimitero, realizzato dallo scrittore Giuseppe Culicchia insieme agli studenti e studentesse del Liceo Umberto I, che sarà accompagnato dalla musica della violoncellista Lucia Clorinda Sacerdoni.

Parallelamente al programma istituzionale, sono in programma diversi eventi organizzati dai tifosi granata. La sera del 3 maggio, a partire dalle ore 21 al Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata di Grugliasco sarà inaugurata la mostra “Museo 20. Vent’anni di noi, vent’anni di Museo del Toro”, un modo per ripercorrere i vent’anni di attività dei volontari. Nella mattina del 4 maggio, partirà da Finale Ligure alla volta di Superga le “Motorette Granata”, un’iniziativa del Toro Club Fedelissimi Granata Ponente Ligure composta da una carovana di venti moto – a cui si aggiungerà un’auto su cui viaggerà l’ex calciatore granata Natalino Fossati e un pulmino con a bordo i veterani del sodalizio di tifosi – che arriverà ai piedi della basilica intorno alle ore 15.

Partiranno da Torino – sempre con destinazione Superga – i tifosi che parteciperanno all’Epic Ride “Invincibili”, un corteo in bicicletta che raggiungerà la basilica con addosso la maglia del Toro. Nella serata del 4 maggio, invece, in città sono previsti due appuntamenti teatrali in memoria del Grande Torino: alle ore 21 al Teatro Cardinal Massaia andrà in scena lo spettacolo “C’era una volta il Grande Torino”, organizzato dal Comitato Difesa Toro e, allo stesso orario, al Teatro Q77 avrà luogo il talk show “VarièToro”.