La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Gruppo di spaccio in Bassa Val Susa, arrestate 10 persone

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

All’alba di oggi, 11 maggio, i carabinieri del comando provinciale di Torino hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 10 persone, emessa dal gip della procura di Torino. L’accusa è di concorso in estorsione, detenzione e spaccio di droga. Dall’indagine condotta tra giugno e novembre 2020 è emersa l’esistenza di tre piazze di spaccio di hashish e marijuana a Rivoli, Borgone di Susa e Sant’Antonino di Susa.

Stando alle ricostruzioni dei militari, il gruppo si procurava la droga da fornitori residenti a Torino e pretendeva il denaro dei clienti in ritardo con i pagamenti usando metodi intimidatori. Durante l’operazione di stamattina sono state arrestate in flagranza cinque persone e sequestrati 11 chilogrammi di hashish e 3 di marijuana.

I carabinieri hanno anche eseguito 30 perquisizioni nell’hinterland torinese. Durante una di queste hanno arrestato un 35enne che deteneva 250 grammi di diversi stupefacenti: marijuana, hashish e ketamina. Le droghe erano state nascoste nel tinello della cucina.

I militari hanno ricostruito il metodo con cui gli stupefacenti venivano venduti in pieno lockdown. I clienti raggiungevano le abitazioni delle persone indagate con il taxi, evitando così i controlli delle forze dell’ordine. Dalle intercettazioni delle conversazioni è emerso che il prezzo della droga era quasi triplicato per le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria e conseguente maggior rischio per i venditori.