Droga e parcheggiatori abusivi alla stazione Porta Nuova

condividi

Un giro di controlli a tappeto intorno alla stazione Porta Nuova ha condotto all’arresto di un giovane per spaccio di cocaina e due denunce nei confronti di presunti parcheggiatori abusivi, trovati in possesso di grimaldelli e altri oggetti metallici. Un’azione congiunta nell’ambito delle attività di controllo del territorio definite ad “alto impatto” sull’area del principale scalo ferroviario torinese, coordinata dal Commissariato di Polizia di San Secondo con l’ausilio di Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito e Polfer, che ha portato all’identificazione di quasi duecento persone.

Fermati due parcheggiatori abusivi armati di grimaldello

Chiedevano denaro agli automobilisti che sostavano in un’area pubblica non distante da Porta Nuova: l’atteggiamento furtivo dei presunti parcheggiatori abusivi, due uomini di 55 e 53 anni di nazionalità italiana, ha insospettito gli agenti che hanno proceduto al riconoscimento dei soggetti. Sequestrati due grimaldelli in ferro a forma di uncino trovati nello zaino di uno di loro, poi sanzionato per il denaro in suo possesso del quale non ha saputo fornire una giustificazione.

Arrestato un giovane con 100 ovuli di cocaina

All’interno di un bar in corso Vittorio Emanuele, un giovane di 22 anni ha tentato di sfuggire ai controlli delle forze dell’ordine dirigendosi prima verso la cassa e poi provando a uscire velocemente dal locale: gli agenti lo hanno bloccato trovandolo in possesso di due cellulari e di un involucro contenente 100 ovuli di cocaina, occultato nei pantaloni. Il ragazzo è stato arrestato e condotto in carcere e adesso dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.