La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Dal piccolo al grande schermo: i consigli cinematografici della redazione per il weekend

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Per questa settimana abbiamo scelto tre titoli cinematografici che raccontano di famiglia, di rapporti tra genitori e figli o tra fratelli e sorelle. Tre racconti molto diversi, ma legati dal filo rosso di un tema tanto cruciale, quanto comune, della vita di tutti i giorni.

Sei nomination agli Oscar e statuetta vinta per la miglior sceneggiatura e per il miglior attore protagonista ad Anthony Hopkins per The Father. Il film di Florian Zeller, uscito nelle sale italiane il 20 maggio, racconta la vicenda di Anthony, un anziano signore affetto da demenza senile. La sua condizione creerà non poche difficoltà, oltre che alle badanti che di volta in volta si susseguono, anche nel rapporto con sua figlia Anne – interpretata da Olivia Colman (la Regina Elisabetta di The Crown) – e il suo compagno Paul (Mark Gatiss), tanto da spingerli a lasciare Londra per traferirsi a Parigi, ma senza mai recedere del tutto il legame tra una figlia e un padre. Una pellicola struggente su una vicenda familiare, che vi farà commuovere.

The Father è in programmazione questo weekend a Torino al cinema Romano alle ore 16.30, 18:30 e 21; al cinema Eliseo alle ore 16.30, 18.30 e 21; e al cinema Nazionale (in versione originale sottotitolata) alle ore 16.30, 18.30 e 21.

Storia di un matrimonio con Adam Driver e Scarlett Johansson è stata uno dei film di maggior successo del 2019. Sei nomination agli Oscar e premio vinto per la miglior attrice non protagonista a Laura Dern, nei panni dell’avvocato Nora Fanshaw. Charlie e Nicole, rispettivamente un regista teatrale e un’attrice, sono una coppia sposata in crisi che segue una terapia di coppia, senza esito. L’avvio delle pratiche del divorzio scatena la battaglia legale tra le due parti, con il conflitto sentimentale che si trasferisce nelle aule di tribunale, e costringe Charlie a far la spola tra New York, dove lavora, e Los Angeles, dove Nicole si è trasferita dopo aver lasciato la compagnia diretta da Charlie e ha accettato un nuovo ruolo in una serie televisiva. A farne le spese è il piccolo Henry, figlio unico dei due, che diventa insofferente alla diatriba e ai continui spostamenti. Il conflitto diventa via via più aspro, sfociando anche nella violenza fisica. A distanza di un anno, con il divorzio ultimato, i due si incontreranno di nuovo e Nicole, su richiesta di Charlie, leggerà quello che Charlie gli aveva scritto su un foglio durante la terapia di coppia, dove elencava tutte le qualità del partner, nella speranza di ricucire un rapporto inevitabilmente destinato a spezzarsi.

Storia di un matrimonio è disponibile in streaming su Netflix.

Sam Garden (Keir Gilchrist) è un adolescente sulla soglia dei diciotto anni, va a scuola ed è in cerca di una ragazza per vivere il primo amore. Sam, però, è affetto dalla sindrome dello spettro autistico, una caratteristica che lo rende estraneo alle convenzioni sociali, soprattutto con i suoi coetanei. La serie Atypical racconta di una famiglia il cui punto focale è – per l’appunto – il giovane Sam, attorno al quale ruotano le vite degli altri componenti: la madre Elsa, in crisi perché il figlio sta crescendo e non stravede più per lei, il padre Doug e la sorella Casey, divisa tra l’affetto verso Sam e il suo sentirsi come la figlia “di serie B”. Una commedia semplice, che sa strappare la risata ma anche offrire diversi spunti di riflessione sugli stereotipi sociali e i rapporti famigliari.

Atypical è disponibile in streaming su Netflix