Connect: la 3 giorni sull’aviazione piemontese

“Il 2022 è stato un anno di fortissimo recupero, abbiamo superato i risultato pre-Covid. Abbiamo assistito 4,2 milioni di passeggeri ed era già un record storico — ha dichiarato Paolo Pietro Papale, Direttore degli affari societari, legale ed approvvigionamenti dell’aeroporto di Torino —. Il 2023 ha ulteriormente migliorato questa performance: i passeggeri sono stati 4 milioni e mezzo. Quello che ci aspettiamo dal 2024 è di continuare questa progressione”. E da Torino sono anche previste due nuove rotte domestiche: “Dalla prossima estate Volotea collegherà l’aeroporto di Comiso a quello di Torino. Un’altra novità riguarda la Romania: ci sarà un nuovo volo — desiderato e richiesto per tanto tempo — per la città di Bacău”, ha concluso Papale. Torino ha le idee chiare: creare nuove rotte e diventare un punto di riferimento internazionale per chi viaggia. 

Tre giornate sull’aviazione:

La ventesima edizione di “Connect Aviation” — l’evento dedicato all’aviazione — è stata un successo: “Abbiamo avuto una partecipazione record: oltre 800 partecipanti provenienti da 50 paesi, più di 250 aeroporti rappresentati e 80 compagnie aeree. Il riscontro da parte dei nostri storici delegati è stato incredibile. Grazie a questo evento le persone che non conoscevano il Piemonte e Torino hanno potuto vivere il territorio con le sue diversità, valori e ricchezze”, ha commentato Karin Butot, amministratore delegato di Connect Aviation. La compagnia mira allo sviluppo commerciale degli aeroporti e delle rotte aeree. E uno degli obiettivi della tre giornate è quello di far conoscere il Piemonte, che negli ultimi anni “È diventato particolarmente strategico per le compagnie aeree, spingendole ad ampliare le rotte sui nostri due aeroporti di Cuneo e Torino — ha spiegato Beppe Carlevaris, presidente del Consiglio di amministrazione di Visit Piemonte –. Quel mondo ora è atterrato da noi con Connect Aviation e la ricaduta avrà effetti a medio e lungo termine”.

“A Connect, in soli tre giorni, abbiamo incontrato oltre 60 tra i principali attori del trasporto aereo europeo — ha dichiarato Andrea Andorno, amministratore delegato di Torino Airport —. L’obiettivo è stato aumentare il numero di voli e lanciare nuove destinazioni per il prossimo futuro. Connect ha portato i decision maker delle compagnie aeree sul nostro territorio”.