La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Commercio illegale di farmaci a Barriera di Milano

condividi

Negli scorsi giorni, la polizia amministrativa e sociale della questura di Torino ha scoperto una notevole quantità di farmaci e cosmetici pericolosi per la salute umana in un minimarket a Barriera di Milano, gestito da cittadini nigeriani e ufficialmente adibito alla vendita di prodotti cosmetici per capelli. L’operazione, frutto dell’attività investigativa per il contrasto dell’importazione illegale di farmaci nel territorio europeo, ha portato al sequestro di prodotti che possono essere acquistati solo presso le farmacie e sotto prescrizione medica. Tra questi, oltre trecento confezioni di medicinali con sostanze corticosteroide e una ventina di farmaci anticoncezionali, ma anche sessantacinque confezioni di prodotti cosmetici contenenti idrochinone: un principio attivo utilizzato per schiarire la pelle e specificamente vietato da un regolamento della Comunità europea, che in virtù della sua pericolosità per la salute ne consente l’utilizzo solo entro concentrazioni ben determinate.

Alla luce degli indizi di colpevolezza emersi, il titolare del negozio – ora indagato – è stato denunciato per aver messo in vendita prodotti farmaceutici senza essere in possesso di abilitazione e iscrizione all’albo dei farmacisti. Inoltre, gli vengono contestati il commercio di medicinali sul territorio nazionale senza l’autorizzazione dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e la vendita di cosmetici contenenti sostanze il cui utilizzo è vietato sopra certi limiti.