La testata del Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino

Tre appuntamenti, perché è arrivato il weekend

condividi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su email

Film, foto e moda green. Il menù di questo fine settimana inizia con Torino capitale internazionale del cinema: Atp non ti conosco più. Il Torino Film Festival apre le porte ai cinefili con il “Must-see” d’animazione di questo fine anno Sing-Sempre più forte, in attesa di Monica Bellucci. Aspettando gli appuntamenti con la diva di quest’edizione e con i tanti protagonisti, vi potrete intrattenere gli “Animals” di Steve McCurry a Stupinigi, oltre alle passerelle di “Hoas” a Lingotto. Buon divertimento.

39° Torino Film Festival

Si apre domani, con la proiezione del film animato Sing-Sempre più forte, la 39esima edizione del Torino Film Fest. La rassegna internazionale ospiterà 181 titoli tra film e cortometraggi, per un evento che andrà in scena dal 26 novembre al 4 dicembre. Oltre a Sing, tra i 12 film in concorso citiamo Alice di Valerie Lemercier, opera dedicata all’adolescenza di Celine Dion e l’opera prima dell’attrice francese Sandrine Kiberlain Une jeune fille qui va bien, film che narra la vicenda di una ragazza ebrea, studentessa di recitazione, nella Parigi del 1942. Tra i fuori concorso, una menzione particolare va al grande Clint Eastwood con Cry Macho e a Jane Par Charlotte di Charlotte Gainsbourg. Un’edizione spiccatamente internazionale, con un solo film di produzione italiana che promette di stupire. E’ il western de Il muto di Gallura di Matteo Fresi, storia ambientata nei boschi sardi, dove tra il 1849 e il 1856 si consumò una feroce faida che vide coinvolte le famiglie Mamia, Pileri e Vasa. Tra le figure leggendarie di quegli anni c’è Bastiano Tansu, detto il Muto, sul quale aleggia ancora un velo di mistero.

La star più attesa del festival sarà Monica Bellucci, che riceverà Premio Stella della Mole per l’innovazione artistica. L’attrice sarà inoltre protagonista di The Girl in the Fountain di Antongiulio Panizzi, dove interpreterà la musa felliniana Anita Ekberg. Il film – che sarà nelle sale tra l’1, il 2 e il 3 dicembre – è un misto tra documentario e finzione che indaga il rapporto tra la donna e l’icona cinematografica. Monica Bellucci resta l’attrice italiana più nota all’estero anche grazie alla carriera parallela che ha sviluppato in Francia. Infine, non solo premi e passerelle: l’attrice vi attende per una masterclass alla Mole antonelliana, sede di molti altri appuntamenti.


“Animals” di Steve McCurry

Nel 1992 Steve McCurry venne inviato nei territori di guerra nell’area del Golfo per documentare il disastroso impatto ambientale e faunistico nei luoghi del conflitto. Tornerà dal Golfo con alcune delle sue più celebri immagini destinate a divenire icone, come i cammelli che attraversano i pozzi di petrolio in fiamme e gli uccelli migratori interamente cosparsi del viscoso liquido nero. Con questo reportage vincerà nello stesso anno il prestigioso Word Press Photo. Agli animali, al loro pericolo – che poi è anche il nostro – e al rapporto indissolubile tra uomo e creature dell’ambiente, è dedicata la mostra di sessanta foto organizzata alla Palazzina di Caccia Stupinigi.

La curatrice della mostra Biba Giacchetti spiega: “Animals ci invita a riflettere sul fatto che non siamo soli in questo mondo, in mezzo a tutte le creature viventi attorno a noi. Ma soprattutto lascia ai visitatori un messaggio: ossia che, sebbene esseri umani e animali condividano la medesima terra, solo noi umani abbiamo il potere necessario per difendere e salvare il pianeta.”

La mostra è visitabile il sabato e la domenica dalle 10:00 alle 18:30, e dal martedì al venerdì dalle 10.00 –17.30. Biglietto da 16 a14 Euro, ridotti per over 65, under 12*, partner convenzionati, studenti universitari a 12 €.


Hoas

9mila metri quadrati per sfilare a tema sostenibilità. Passerella d’eccezione sarà il Lingotto, che dal 25 al 28 novembre ospiterà la seconda edizione di “Hoas – History of a Style”. L’evento, ideato dall’omonimo gruppo, vedrà come protagonista la moda attenta alle esigenze dell’ambiente, che si reinventa e si ricuce addosso una veste green. La regia delle sfilate sarà curata da Gianluigi Resta. Tra show e appuntamenti collaterali, sarà possibile incontrare grandi firme e assistere agli interventi dei tanti blogger e influencer presenti. Saranno inoltre attivati molti laboratori, puntando i riflettori sull’intreccio tra un’industria in piena trasformazione chiamata a convivere con le esigenze dell’ecosistema.

Venerdì 26 sarà la volta di una prima assoluta con la passerella firmata Anton Giulio Grande e l’Esercito Italiano che presenta il suo brand. Petrelli Uomo, Dimitar Dradi e Bruna Couture animeranno invece la giornata sabato. Ultimi appuntamenti domenica 28 con Gai Mattiolo, Giuseppe Fata e Atelier Beaumont. Al termine delle sfilate sarà possibile gettarsi nell’after party dello Zoo di 105. Porte aperte al pubblico dalle 10 alle 19 con ingresso gratuito.