Trent’anni dopo: l’onda lunga di Tangentopoli. Il podcast di Futura News

condividi

17 febbraio 1992, Milano: Mario Chiesa, presidente della casa di riposo Pio Albergo Trivulzio, viene arrestato. L’accusa è di concussione: Chiesa, esponente di rilievo del partito socialista milanese, ha ricevuto una mazzetta da sette milioni di lire dall’imprenditore Luca Magni per un appalto lavorativo.

È la prima tessera di un domino enorme, che lentamente inizierà a crollare fino a scoperchiare un sistema di corruzione endemico presente nel nostro Paese: una rete occulta di finanziamenti per i principali partiti politici italiani.

Sono passati trent’anni dalla scintilla che innescò l’incendio sociale di Tangentopoli e che segnò il passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica. Ne parliamo in questo podcast con Gherardo Colombo, all’epoca membro del pool dell’inchiesta Mani Pulite (con Antonio Di Pietro e Piercamillo Davigo) e Paolo Soddu, docente di storia contemporanea all’Università di Torino.